Come riciclare un vecchio iPad di prima generazione

Di

iPad secondo scehrmoEra soltanto il 2010 quando abbiamo visto per la prima volta un iPad, ma sembrano passati secoli. Ormai il tablet della Apple di prima generazione risulta ai nostri occhi spesso e pesante, con una definizione modesta e privo di fotocamera, ma ha configurazione sufficiente per svolgere ancora qualche compito in casa. Forse non tanto per gestire la posta o navigare – perché i nuovi smartphone ormai sono più adatti, ma per qualche altra funzione che sia compatibile con il vecchio sistema operativo iOS 5.1.1.

* Come tablet da muro per la cucina, per cercare ricette conservate nei nostri preziosi file o su vecchie app ancora funzionanti.
* Come tablet per i bambini piccoli, specie se protetto da un guscio in silicone.
* Come secondo schermo da computer (lo vedete nella foto): occuperà poco spazio sulla scrivania e consentirà di gettare l’occhio su un foglio Excel o un pdf mentre lo schermo principale è occupato da altro.
* Come tavoletta grafica per il CAD con l’ausilio di uno stilo: serve un’app come iGraphicPad, da installare sia sul Mac che sul tablet che dovranno essere collegati sulla stessa rete locale.
* Come centrale domotica per la casa: stazione meteo, termostato, sensori di fumo ecc. sono tutti gestibili dal buon vecchio iPad 1: basta creare dei preferiti all’interno del browser Safari per accedervi con semplicità.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2023, P.IVA 01264890052
SoloTrend.it – Gadget e novità tecnologiche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009