Bepop 2: l’evoluzione tecnologica dei droni a disposizione dei professionisti e dello sport

Di , scritto il 22 Novembre 2017
 drone Bepop 2

Bepop 2 drone

La Parrot negli ultimi due anni ha perfezionato il Bepop 2, rendendolo da semplice drone a  scopo ludico a professionale, aggiungendo anche la chicca del fpv.
Il Parrot Bepop 2 è uno dei droni più commercializzati degli ultimi anni. Lanciato sul mercato a fine 2015 ha avuto un successo mondiale. Tra i droni creati dalla Parrot è indubbiamente quello che ha conquistato la più ampia fetta di pubblico. Inizialmente nato solo ad uso amatoriale, la casa madre francese, lo ha perfezionato in questo lasso di tempo, dotandolo anche di numerosi accessori.

Il drone Bepop 2 è un Parrot leggero (500 grammi) in grado di garantire 25 minuti di volo grazie alla batteria da 2700 mAh. Comandabile da smartphone e tablet grazie all’app FreeFlight 3, ha una connessione stabile fino a 300 metri. È possibile manovrarlo sia in altezza che in direzione. Dallo schermo si vede la prospettiva della telecamera da 14 megapixel con lente fish-eye e stabilizzazione d’immagine a 3 assi. E’ in grado anche di compiere evoluzioni, grazie a singoli comandi preinstallati.

Il Bepop 2 ha subito vari aggiornamenti in questi ultimi due anni. Recentemente la Parrot ha lanciato il Parrot Bebop-Pro 3D Modeling. Si tratta di uno strumento per misurazioni e creazione di modelli 3D. In pratica il drone Bepop 2 è stato dotato dell’app Pix4Dcapture per catturare automaticamente immagini aeree e del software Pix4Dmodel per elaborare le immagini e creare modelli 3D. Queste caratteristiche, unito alla capacità di catturare immagini a 14 megapixel ad alta risoluzione e video Full HD 1080p lo hanno trasformato in un drone professionale, utilissimo per gli architetti, i professionisti dell’edilizia e in campo immobiliare.

Il Parrot Beebop-Pro 3D Modeling misura, infatti, con facilità le dimensioni degli edifici e permette di elaborare stime sull’entità dei lavori da realizzare anche prima del lancio effettivo di un progetto. Grazie a questo drone è anche possibile sviluppare contenuti marketing e video commerciali. L’utilizzo dell’app Pix4Dcapture è molto semplice: una volta definita l’area da mappare sullo schermo dello smartphone, l’applicazione crea un piano di volo ottimizzato. In circa 10 minuti Parrot Bebop 2 è in grado di sorvolare la zona predeterminata raccogliendo autonomamente le immagini e i dati. A quel punto grazie al software per l’elaborazione delle immagini Pix4Dmodel, i dati e le immagini catturate vengono analizzate e convertite in un modello 3D realistico.

Un altro campo di utilizzo dei Droni Bepop 2 è quella delle gare racing. A questo riguardo la Parrot ha lanciato sul mercato il Bepop 2 Power. Quest’ultimo ha una batteria più potente (circa 30 minuti) della versione base.
Oltre alle modalità di volo intelligenti che semplificano la registrazione di immagini aeree, il maggior pregio di questo drone sta nel visore FPV “Parrot Cockpitglasses 2” in dotazione. Questo strumento rende possibile l’esperienza del volo in prima persona, amplificando la sensazione di essere realmente al comando dell’aereovelivolo.

La capacità del drone di essere controllato mediante la funzione “Follow Me – Monitoraggio GPS e visivo” ne semplifica l’utilizzo.  Quest’ultima è una funzione unica che non si trova su altri droni. In pratica, l’aerovelivolo, connesso con lo smartphone, segue il suo possessore senza alcun bisogno di essere guidato da alcun controller.
Grazie a questo drone è possibile partecipare ai Drone FPV Racing.

Si tratta di uno “sport” sviluppatasi recentemente. Viene praticato su circuiti indoor o outdoor, avvalendosi del sistema FPV. Questa disciplina sta prendendo piede anche in Italia, anche se esistono ancora delle restrizioni di carattere burocratico, soprattutto per le gare outdoor. Attualmente, il numero dei piloti che praticano questo sport nel nostro Paese non arriva a 150.




Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloTrend.it – Guida alle novità tecnologiche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009