Leica supera sé stessa con la nuova M10-R a telemetro da 41 megapixel

Di , scritto il 21 Agosto 2020

La celeberrima azienda tedesca ha presentato di recente il modello M10-R, una fotocamera che con i suoi 41 megapixel si distingue per la risoluzione più alta finora raggiunta. A differenza dei precedenti modelli della stessa casa, questo presenta delle funzionalità che lo rendono adatto alla fotografia di paesaggi e città, occasioni in cui si tenta di catturare tutti i possibili dettagli (riducendo gli effetti di moiré).

Ecco alcuni dati significativi tratti dalla scheda tecnica:

  • sensibilità da 100 a 50000 ISO
  • tempo di esposizione massimo di 16 minuti
  • otturatore analogo a quello della Leica M10-P (estremamente silenzioso e dalle vibrazioni ridotte)
  • in modalità manuale, tempi di posa da 8 a 1?4000 secondi
  • risoluzione massima di 7864 x 5200 pixel (40,89 MP in formato DNG)
  • velocità massima di 5 fps (con 2 GB di buffer) e fino a 30-40 scatti per sequenza
  • monitor posteriore LCD TFT da 3” a colori con 16 milioni di colori e 1.036.800 pixel
  • immagini salvate su schede SD, SDHC e SDXC fino a 2 Terabyte e WLAN integrata per gestire la fotocamera da remoto mediante Fotos app.

Proprio grazie all’altissima risoluzione del sensore e all’attacco a baionetta con sensore a 6 bit, la nuova fotocamera è in grado di sfruttare al meglio gli obiettivi della serie M, che si tratti di quelli di ultima generazione come l’APO-Summicron-M 50 f/2 ASPH oppure di versioni precedenti. Lo stesso dicasi per gli obiettivi della serie R, che sono impiegabili mediante un adattatore disponibile come accessorio.

La Leica M10-R è già disponibile in tutto il mondo a un prezzo di 8.125 euro, IVA inclusa.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTrend.it – Guida alle novità tecnologiche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009