Presto il Li-Fi (wi-fi di luce) sarà una realtà per tutti

Di , scritto il 14 Settembre 2015

Li-FiSi parla da alcuni anni della tecnologia Li-Fi (Light Fidelity), nella quale quello che conosciamo come wi-fi passerà per la trasmissione veloce di grandi quantità di dati mediante speciali lampade a LED. In pratica, vengono sfruttati i lampeggiamenti dei LED, invisibili a occhio nudo, per codificare e inviare i dati sulla rete. La tecnologia presenta più di un vantaggio: tutti coloro che nel mondo possiedono un allacciamento elettrico potranno accedere con facilità alla connessione wireless, quindi anche le zone del mondo più povere. Non saranno più necessarie infrastrutture per la trasmissione, come i ripetitori e le antenne. La fonte luminosa deve essere connessa alla rete mediante un cavo Ethernet ed è necessario collegare un ricevitore-emettitore sul proprio device o terminale. I dati vengono inviati dall’utente mediante infrarossi.

Un progetto importante in fase di studio in varie parti del mondo. In Francia l’azienda Lucibel è riuscita a ottenere un flusso di dati in di 10 MB/secondo in download e tra i 5 e 10 MB/secondo in upload. Per ora i prototipi presentano ancora l’inconveniente di necessitare di ricevitori un po’ ingombranti. tuttavia, il fatto che questa soluzione costituisca un’alternativa alle onde radio nocive alla salute, la rende estremamente interessante anche per luoghi “delicati” come scuole e ospedali. Infine, con il fascio luminoso in presenza di una parete opaca è praticamente impossibile che gli hacker possano intercettare a distanza i dati attualmente trasmessi mediante onde radio: questo rende l’invenzione utilissima per centri di ricerca e agenzie bancarie.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTrend.it – Guida alle novità tecnologiche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009