Caricare i device elettronici mediante il wi-fi: si può con la rectenna

Di , scritto il 06 Febbraio 2019

Siamo letteralmente circondati da segnali elettromagnetici che circolano liberamente nelle stanze in cui viviamo: smartphone, computer, TV e altri dispositivi collegati a Internet. Da anni proseguono le ricerche scientifiche per cercare di sfruttare questa energia al fine di alimentare quanto meno dei piccoli device portatili. I segnali Wi-Fi sono una promettente alternativa alle batterie tradizionali e il MIT ha pubblicato uno studio che lo dimostra: il Wi-Fi può essere catturato e convertito in energia elettrica prontamente utilizzabile. Il cuore dei dispositivi che consentono di farlo si chiama rectenna (ne avevamo parlato qui alcuni anni fa). Le ultime ricerche hanno permesso di mettere a punto una rectenna flessibile che può generare una quantità cospicua di elettricità: di fatto è il primo esemplare del suo genere a risultare redditizio e quindi a poter essere prodotto su larga scala. Questi dispositivi possono captare i segnali Wi-Fi a frequenze sufficientemente elevate per alimentare dispositivi come i LED o i circuiti di un minuscolo dispositivo. Nell’articolo del MIT vengono forniti maggiori dettagli, così come si fa accenno alle possibili applicazioni nel mondo dell’Internet degli Oggetti. Il funzionamento della nuova rectenna è descritto con queste parole:
[…] l’antenna è collegata ad un nuovo dispositivo costituito da un semiconduttore bidimensionale di pochi atomi di spessore. Il segnale AC viaggia verso il semiconduttore, che lo converte in una tensione continua che può essere utilizzata per alimentare circuiti elettronici o ricaricare le batterie.
Attualmente il dispositivo assemblato dai ricercatori può produrre circa 40 microWatt di potenza se esposto ai livelli tradizionali di potenza dei segnali Wi-Fi (circa 150 microWatt).



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTrend.it – Guida alle novità tecnologiche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009