Come pulire la tastiera del PC e del laptop

Di , scritto il 17 Settembre 2012

La tastiera è la parte del computer in assoluto più soggetta a riempirsi di sporcizia, soprattutto se chi la usa è abituato a mangiare o fumare nelle sue vicinanze. Mantenere la tastiera del computer pulita è invece essenziale per continuare garantirne le prestazioni, evitando problemi come tasti morti o bloccati e caratteri ripetuti durante la digitazione. Da ricordare che non conviene mai smontare la tastiera, perché in quel caso la garanzia del costruttore perde di validità.

Prima di qualsiasi operazione di pulitura bisogna spegnere il computer e staccare l’alimentazione elettrica. L’unico caso in cui la tastiera può essere staccata senza disattivazione della macchina è quello in cui essa sia collegata al computer mediante una porta USB.

Una pulizia veloce si può fare semplicemente capovolgendo la tastiera, battendo con delicatezza sul retro (anche ad angolazioni diverse) e utilizzando una bomboletta di aria compressa per soffiare via qualsiasi corpo estraneo. A proposito dell’aria compressa: un flacone costa pochi euro e si trova nei negozi che vendono accessori per computer o per l’ufficio. Durante lo spruzzo meglio assicurarsi che la stanza sia aerata e mantenere la bomboletta in piedi inclinando invece la tastiera: capovolgendola si rischia la fuoriuscita del liquido propellente che potrebbe fare danni. Un’alternativa casalinga all’aria compressa è l’uso del fon alla massima potenza e a bassa temperatura.

I lati dei tasti e gli interstizia possono essere puliti con un cotton fioc bagnato con una goccia di alcol denaturato (non vi diciamo di sfregare la superficie dei tasti perché il detergente potrebbe sbiadire la scritta).

Chi volesse pulire a fondo la tastiera può anche rimuovere tutti i tasti (meglio scattarne una foto con una camera digitale prima di iniziare, perché la memoria inganna!) facendo delicatamente leva sotto ognuno di essi con un piccolo cacciavite. Una volta rimossi tutti i tasti, le impurità possono essere soffiate via con l’aria compressa e poi la superficie deve essere tamponata con un panno appena umido: nessun liquido deve entrare nel corpo della tastiera.

I singoli tasti potranno poi essere ripuliti con un panno e risistemati con pazienza sulla tastiera.

Che cosa fare nel caso in cui vengano accidentalmente rovesciati dei liquidi sulla tastiera del PC? Spegnere subito il computer o disconnettere la tastiera. Capovolgere la tastiera e scrollarla, asciugando quanto più liquido possibile con un panno mentre la tastiera rimane capovolta. Lasciarla comunque in questa posizione almeno per dodici ore.

Alle tastiere dei portatili riserviamo un discorso un po’ diverso; non conviene affatto rimuovere i tasti per pulirle – anche se c’è chi lo fa. Questo tipo di tasti è infatti difficile da ripristinare nell’alloggiamento, specialmente la barra spaziatrice e il tasto Enter, che sono poggiati su un supporto separato. Per i laptop è dunque meglio limitarsi a usare bastoncini cotonati e qualche goccia di alcol insieme all’aria compressa/al fon con le medesime accortezze citate sopra.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTrend.it – Guida alle novità tecnologiche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009